Blog Servizi Risorse Eventi Recensioni Chi sono

Pianificatore Mobilità Intelligente Aziendale

desk

Lasceresti al caso un fattore cruciale del tuo processo produttivo?

Come lavoratrici e lavoratori, imprenditrici e imprenditori, impiegati e quadri, abbiamo giustamente cura di tutti i fattori che contribuiscono al processo creativo e produttivo.

Eppure è ancora poco diffusa la buona prassi di curare il fattore più importante di tutti - il fattore umano - sotto tutti gli aspetti.

Quanta differenza potrebbe fare avere dei colleghi, dei dipendenti, dei superiori più rilassati, in miglior salute, con un tono di umore migliore?

Lo sappiamo bene: farebbe tutta la differenza.

Per questo, la lungimiranza e la capacità di allargare lo sguardo, che sono le chiavi di un'azienda di successo, richiedono di considerare la pianificazione degli spostamenti dei lavoratori come un passaggio indispensabile.

Una resa ottimale degli spostamenti casa-lavoro, lavoro-lavoro, e lavoro-casa è un ingrediente indispensabile per l'esperienza lavorativa. Lo stress, l'esposizione allo smog, le malattie della sedentarietà, le incognite del traffico, sono tutti fattori che incidono sulla presenza fisica e mentale dei lavoratori, e di conseguenza sulla loro prestazione.

In un mercato del lavoro fluido e incerto, dedicare tempo ed energie a pianificare le strategie di mobilità della propria squadra può sembrare oneroso. Ma può essere uno strumento vincente per fidelizzare i lavoratori, costruire spirito di squadra, offrire dei benefici importanti per valorizzare le persone e incoraggiarle a dare il meglio di sè.

Anche la crescente sensibilità ai temi ambientali è un'occasione per le aziende attente all'ecologia e alla sostenibilità di mostrare buona volontà e impegno concreto nel ridurre l'impatto ambientale delle proprie attività e contribuire anzi a ripristinare le risorse naturali.

Moduli:

A) La fotografia.

  1. Collocazione della struttura nel territorio. Distanza dai centri urbani, punti di interesse, collegamenti con infrastrutture esistenti.
  2. Caratteristiche materiali. Accessibilità, parcheggi esterni e interni, presenza o meno di spogliatoi, ripostigli e docce. Presenza o meno di aree ristoro e relax.
  3. Caratteristiche della popolazione. Quantità di impiegati, caratteristiche anagrafiche della media, distanza casa-luogo di lavoro.
  4. Analisi spostamenti degli impiegati. Mezzi di trasporto scelti, durata e costo degli spostamenti.
  5. Incidenza di inconvenienti. Scioperi, infortuni in itinere, ricaduta delle infrastrutture di trasporto sulla presenza e puntualità degli impiegati.

Il confronto con i desiderata e l'ottimizzazione delle risorse.

  1. Questionario sui valori e le aspirazioni dell'azienda. Sull'interesse verso la salute dei dipendenti, la tutela dell'ambiente, l'efficientamento delle risorse.
  2. Questionario sui valori e le aspirazioni degli impiegati. Valutazione delle loro scelte di trasporto, del loro equilibrio tempo/salute, del loro grado di sensibilità ambientalista.
  3. Formazione su stili aziendali green, sui vantaggi economici, di rendimento e di miglior equilibrio psico-fisico del bike to work.
  4. Formulazione del progetto personalizzato di miglioramento delle abitudini di trasporto aziendali, previsione dei rischi e dei benefici a 1 – 2 – 5 anni.

Proposte concrete per la realizzazione.

  1. Adeguamento – se possibile e necessario – della struttura.
  2. Guida all'acquisto di una flotta di mezzi e accessori adeguata.
  3. Periodo guidato di test sul bike to work, sulle possibili soluzioni di intermodalità (bici più treno/bici più autobus etc.).
  4. Revisione periodica della flotta bici e verifica periodica della soddisfazione dei singoli e dell'azienda.

RIFERIMENTI

Designed by myself - powered by w3.css